Cerca

"Tutto è collegato, tutto ha un significato"

Categoria

Volti

Papà di Timmy photo

2015-09-0069
Insieme al disegno “Papà di Timmy” (2015)

Fotografia esposta a:
“Premio Simone Cecchi” – Le Murate Progetti d’Arte Contemporanea (Firenze 2016)

Licenza Creative Commons La fotografia “Papà di Timmy photo” (Firenze 2015) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Giulia al tramonto

2015-04-0048
“Giulia al tramonto” (2015)

Fotografia esposta a:
“Premio Simone Cecchi” – Le Murate progetti d’Arte Contemporanea (Firenze 2016)

Licenza Creative Commons La fotografia “Giulia al tramonto” (Firenze 2015) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

che

05-che
“che” (2016)

“Stanno crescendomi i capelli anche se poco folti e la canizie imbiondisce e comincia a scomparire; la barba torna a crescere. Fra un paio di mesi sarò di nuovo me stesso.”
[Che Guevara, Diario in Bolivia, 12 novembre 1966]

Licenza Creative Commons L’immagine della grafica “che” (Firenze 2016) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Selfie allo specchio #3

2016-04-0011
“Selfie allo specchio #3” (2016)

Licenza Creative Commons L’immagine del disegno “Selfie allo specchio #3” Acquerello su carta bamboo (Firenze 2016) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Picasso e “La visitatrice”

Questi sono disegni che ho realizzato sul momento davanti alle opere di Picasso durante un pomeriggio alla mostra “Picasso e la modernità spagnola” a Palazzo Strozzi, Firenze. Per l’occasione, ho richiesto il kit da disegno che danno ai bambini. Insomma, i bambini si divertivano gridando “L’ho fatto meglio io!” mentre io, sono tornato bambino. L’ultimo disegno, invece, è il ritratto della ragazza che era con me, realizzato in stile cubista.

2014-12-0194
“Ritratto di Dora”
2014-12-0197
“Testa di cavallo II”
2014-12-0193
“Grongo”
2014-12-0196
“Testa”
2014-12-0198
“Testa di cavallo”
2014-12-0195
“La visitatrice”

Licenza Creative Commons Tutti i contenuti presenti di questo articolo di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Selfie allo specchio #2

2016-04-0010
“Selfie allo specchio #2” acquerello su carta bamboo (Firenze 2016)

Licenza Creative Commons L’immagine del disegno “Selfie allo specchio #2” Acquerello su carta bamboo (Firenze 2016) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

L’uomo che comprende l’infinito

scansione0003.jpg

Licenza Creative Commons Il disegno “L’uomo che comprende l’infinito” (Firenze 2014) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Volto senza titolo #1

2016-03-0082.jpg

Licenza Creative Commons Il disegno senza titolo di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

L’uomo che del Sole sentiva la mancanza

2015-02-0046
“L’uomo che del Sole sentiva la mancanza”

“Noi viviamo uno di questi tempi, nella società urbana dell’Occidente, simile, sia pure in altre forme, a quello del regno di Luigi XIV nell’ambito della nobiltà di corte. Il Re Sole incoraggiava la finzione, imponeva mode sempre più sofisticate, maschere di eleganza e di ricercatezza formale, abitudini e riti complicati, vuoti di senso ma impegnativi, nella quotidiana mondanità di Versailles perché se la nobiltà fosse stata occupata a sembrare non avrebbe avuto la possibilità di essere e quindi di opporsi alla politica reale e di organizzare la fronda. E i fatti davano ragione al re: i nobili si indebitavano per reggere il gioco e partecipare al fasto della corte e avevano poco tempo e soldi per occuparsi d’altro. […] Anche noi, come a Versailles, siamo spesso più impegnati a sembrare che a essere, a confonderci nel branco che a valorizzare le nostre diversità, e in questa occupazione ci perdiamo di vista. Molti dunque oggi non sanno chi sono e questa inconsistenza gioca contro il loro benessere.”

[M.Valcarenghi – “L’amore difficile”]

“Il Sole è in sostanza il principio vitale, dispensatore di salute e sorgente di vita. La sua posizione nell’oroscopo indica il quadro di vita del soggetto, quali sono i suoi punti forti e dove può utilizzare al meglio le sue energie, ma anche sotto quale aspetto rimarrà bambino e in quale rapporto e contesto potrà considerare la vita come un gioco. In altri termini: cosa è per lui uno svago e in cosa consiste invece il suo vero campo d’azione.”

[M.Spurek – “Il grande libro dell’astrologia”]

Licenza Creative Commons “L’uomo che del Sole sentiva la mancanza” (Firenze 2014) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Occhi di ghiaccio

“Occhi di ghiaccio” matita su foglio da stampa (Firenze 2014)

“Nell’innamoramento sono sempre in gioco due forze: una che ci spinge in avanti ed una che ci trattiene. Il gioco di queste forze è in parte inconscio ed in parte consapevole.”

(dal libro “Ti Amo” di Francesco Alberoni, pag.157)

Licenza Creative Commons Il disegno “Occhi di ghiaccio” (Firenze 2014) di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑