2005-01-052_2.jpg
La grande quercia – Farindola 08/01/2005
2005-01-051.JPG
La grande quercia – Farindola 08/01/2005

È in uno di questi rami che mio nonno lanciava una fune per poi annodarla. Saltava fuori un’altalena improvvisata. Passavo qui la maggior parte delle giornate. Poche auto passavano. Il fievole vento, i profumi della vegetazione estiva, il suono ripetitivo delle cicale e il ronzio di qualche ape di passaggio. Nelle limpide giornate, si vedeva l’orizzonte del mare.
A fine estate, quando andavo via, mio nonno toglieva la fune e l’anno successivo la rimetteva, sempre in mia presenza, fino a quando notai una cicatrice nel ramo dove la fune strideva per il mio andare avanti e indietro. Non ricordo cosa provai ma a mio nonno dissi che per quella estate potevo fare a meno dell’altalena. Da quel giorno capii che la quercia faceva parte di me. Sentivo che dovevo rispettarla. Allora ero un bambino delle elementari e non fu facile trovare nuovi modi per giocare ma comunque lo feci sempre sotto la grande quercia.
L’altalena non fu mai più rimessa.
[Denis]

Foto scattate con fotocamera Medion MD411Z3 e modificate con ArcSoft PhotoImpression

Licenza Creative Commons Le immagini delle fotografie "La grande quercia" Farindola (PE) 8/1/2005 di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.
Licenza Creative Commons Il testo riportato in questo articolo di Denis (Archetypal Art) è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Annunci